Promozione Umana

X un sì alla vita

L’equilibrio dentro

« back Notizie | Pensaci Su...

EQUILIBRIO

MORALE

L’equilibrio dentro

Ragazzi e ragazze, siamo attraversati da un diffuso senso di malessere, generato dall’incapacità e dall’impotenza nel gestire il nostro equilibrio. Da quando veniamo al mondo ci muoviamo su una strada che abbiamo intrapreso senza scelta, ma che influisce fortemente sulla nostra mente. L’ambiente nel quale siamo venuti a trovarci influenza sensibilmente i nostri stati d’animo, soprattutto nei primi anni. Crescendo, le diverse esperienze e decisioni, il susseguirsi di incontri, ci permettono di pensare e formulare concetti, atteggiamenti positivi e negativi. L’equilibrio mentale e comportamentale ha origine dalle esperienze fatte e ragionate: si pensa come si vive e si vive come si pensa. Ne consegue, quindi, che l’equilibrio personale proviene dal modo di vivere e dai pensieri che ne derivano. Lo squilibrio, invece, ha origine da una condotta immorale, disordinata, trasgressiva che determina insicurezze, fragilità, pensieri negativi, squilibri psichici.

Il controllo psicofisico

L’equilibrio psicofisico, o armonia tra il corpo e la mente, ci permette di essere persone compensate, ma anche di essere capaci di autocontrollo negli imprevisti e nelle difficoltà che le circostanze ci riservano. L’arte del buon vivere, inoltre, contempla l’attenzione all’equilibrio e al benessere della nostra persona, che sviluppa nella quotidianità un maggior senso di pienezza, grazie all’armonizzazione di momenti essenziali e interconnessi in cui ci prendiamo cura del corpo, della mente e delle relazioni. Questo modo di vivere ci fa scoprire, prima con meraviglia, poi consapevolmente, che dobbiamo agire moralmente per la nostra serenità e crescita. Cari amici, coltivare una condotta morale significa comprendere il valore di tutta la nostra persona: corpo e mente.

Guardiamoci attorno

Guardiamoci intorno per un attimo: i colori del paesaggio, gli odori (piacevoli o spiacevoli), i rumori della città o della campagna: tutto questo e altro ancora contribuisce al potenziamento delle nostre risorse interiori, che ci spingono a essere persone attive, motivate, ma anche equilibrate. L’equilibrio mentale e il benessere sono, dunque, un mix che amalgama in modo sano elementi interiori – le nostre risorse, i tratti di personalità – ed elementi esteriori come il luogo in cui viviamo e lavoriamo, i legami familiari, affettivi, amicali. L’insieme di tutto questo prende forma, si modifica, si stabilizza e caratterizza il nostro stile di vita e il nostro modo di esprimerci, avvantaggiando noi e gli altri. Una persona equilibrata trasmette attorno a sé serenità, gioia, indicazioni morali che qualificano la famiglia, il gruppo, la società.

La persona equilibrata

Un individuo equilibrato pone attenzione e cura all’interezza della propria persona, ma anche alla moralità delle sue azioni o comportamenti. Non fa quello che vuole, ma quello che deve. Cura la quotidianità: il modo di presentarsi agli altri, l’impegno lavorativo o scolastico, la convivenza in famiglia e con gli amici, le buone regole del vivere. Sa ascoltare con attenzione senza interrompere l’interlocutore, parla in modo corretto, evita le parolacce e rispostacce, le trivialità, non offende con comportamenti aggressivi o osceni. In una parola, è rispettoso di sé e degli altri. Non si pensi che sto tratteggiando l’identikit della persona uscita dallo stampino di qualche famiglia speciale: sto solamente indicando una personalità equilibrata, morale, che è possibile ottenere con un continuo esercizio della mente, che pensa e qualifica i pensieri e li trasforma in azioni che promuovano il bene. Ma esiste questa persona? Ognuno verifichi se stesso e si faccia la domanda: sono equilibrato?                          

Il buon vivere

Debora, una ragazza di diciannove anni, mi ha chiesto se la psicologia può aiutare a promuovere una mente equilibrata. Le ho risposto positivamente e ho anche aggiunto che oggi le ricerche psicologiche hanno superato i metodi tradizionali e fanno riferimento alla vita “quotidiana” della persona, che diventa una risposta concreta per sconfiggere il malessere e contribuire al raggiungimento dell’equilibrio psicofisico. In altre parole, il buon vivere migliora i nostri pensieri, rafforza la nostra psiche, motiva le giornate, incrementa la stima